• 0 Items - 0.00
    • Nessun prodotto nel carrello.

Autore

LUCARELLI CARLO

Carlo Lucarelli (Parma, 1960) è scrittore, sceneggiatore, autore e conduttore radiofonico e televisivo. Il suo romanzo d’esordio, Carta Bianca, è uscito nel 1990 con la Casa Editrice Sellerio e da allora ha pubblicato più di venti romanzi e diversi saggi e raccolte di racconti con vari editori, tra cui principalmente Einaudi, Mondadori, Sellerio, Rizzoli e Solferino. Ha pubblicato alcuni libri per ragazzi e per bambini, tra cui Thomas e le gemelle, le cui protagoniste sono le sue gemelline: Angelica e Giuliana.
È autore di romanzi noir e storici (tra cui le serie con protagonisti il Commissario De Luca, l’ispettore Coliandro, l’ispettore Grazia Negro e il capitano dei carabinieri Piero Colaprico), e saggi di storia e criminologia, questi ultimi scritti assieme a Massimo Picozzi, docente e psichiatra forense. Le sue opere sono stare tradotte e pubblicate all’estero, principalmente in Francia, Germania, U.S.A., U.K., Spagna, Grecia, Giappone e Portogallo.
Per la RAI è stato autore e conduttore di programmi (Mistero in Blu, Blu Notte, Blu Notte Misteri Italiani, Lucarelli Racconta e La 13° Ora) in cui ricostruiva la storia del nostro paese attraverso i suoi misteri insoluti, con particolare attenzione al terrorismo e alla lotta alle mafie. Per RAI Storia ha condotto i programmi Italia in 4D e La Grande Guerra, quest’ultimo uscito in DVD come supplemento al Corriere della Sera.
Per Sky Arte HD è coautore e conduttore di diversi programmi che raccontano i misteri della storia dell’arte (Muse Inquietanti e Inseparabili-Vite all’ombra del genio) e di In compagnia del lupo - Il cuore nero delle fiabe, mentre per Crime Investigation ha condotto il programma Profondo Nero.
Due dei suoi personaggi, l’ispettore Coliandro e il Commissario De Luca, sono stati protagonisti delle omonime serie televisive di successo, di cui è anche sceneggiatore. Da altri suoi romanzi sono stati tratti film per il cinema e fiction televisive, è coautore della fiction RAI La Porta Rossa e ha collaborato con Dario Argento alla sceneggiatura di Non ho sonno
Ha scritto e condotto vari programmi radiofonici per la RAI e Radio Deejay con le storie di Deegiallo, è autore di numerosi videoclip musicali, tra cui “Angeli” di Vasco Rossi per la regia di Roman Polansky e “Alta marea” di Antonello Venditti dove appare una giovanissima Angelina Jolie.
È autore di teatro (Via delle Oche, Tenco a tempo di tango, Pasolini un mistero italiano e diverse commedie a sfondo medioevale) e di fumetti (Dylan Dog, Cornelio delitti d’autore, Coliandro).
Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per l’attività letteraria (tra cui il Premio Franco Fedeli per il romanzo giallo, assegnato da una giuria di appartenenti alle Forze dell’Ordine e il Premio Manzoni alla carriera per il romanzo storico) e per l’attività di indagine e ricerca storica e civile (tra cui quelli intitolati a grandi giornalisti come Maro Francese, Giuseppe Fava e Ilaria Alpi).
Dal 2017 è presidente delle Fondazione Emiliano-Romagnola per le Vittime dei Reati.

Libri dell'autore

SUPERNATURALRacconti Oscuri

Disponibile da MAGGIO 2022

Dal grottesco all’horror, dal romanticismo al pulp, dall’incubo allo humour, passando per il thriller e l’autobiografia. Sono molteplici le facce del soprannaturale che troverete in questo libro. Un vero e proprio festival oscuro, composto da 16 racconti inediti creati dalla macabra immaginazione di alcuni dei più celebri scrittori contemporanei di genere dark italiani e americani. 16 autori tra i più visionari del nostro tempo, radicali narratori della zona d’ombra, moderni maestri indiscutibili del terrore e profondi indagatori dell’animo umano. 16 favole nere, ricche di colpi di scena, capaci di risvegliare nel lettore le sue paure ancestrali. 16 storie inquietanti, unite tutte da un sottile filo rosso: la presenza incombente di un destino beffardo e ineluttabile, a volte tragico, ma più spesso soltanto assurdo e senza scopo, con i suoi protagonisti involontari, come marionette danzanti, vittime inconsapevolmente designate. Perché tutti noi, ogni giorno, senza saperlo, calchiamo il palcoscenico della vita. E della morte.